Dove mangiare in Campania

I Masanielli di Francesco Martucci a Caserta. Manca di sprint.

AgrodolceQuando si recensisce una pizzeria tanto famosa quale è “I Masananielli” a Caserta, il rischio è quello di voler far fare i fenomeni e di trovare a forza dei difetti a qualcosa di talmente perfetto da non poter essere criticato.

Per questo motivo, per evitare questa grama figura, userò il commento – per me calzantissimmo – adoperato da mia sorella e sosterrò che la pizzeria de I masanielli  di Francesco Martucci “manca di sprint”

Intendendiamoci, la loro è  una pizza tecnicamente superlativa con un impasto studiato e leggerissimo, tanto da indurre a chiederne subito un’altra, ma priva di quel “quid” in più da convincere il pizzofilo medio che sia valsa la pena attendere un’ora e più in fila all’addiaccio pur di riuscire ad entrare nel locale.

Quest’ultimo, più in particolare, è molto moderno e altrettanto caotico.

Trattandosi di un unico grande ambiente, è infatti impossibile non sentirsi colpiti dal vociare degli altri commensali. Ciò nonostante il servizio è molto rapido e tutto sommato amichevole benché sia costretto a correre da una parte all’altra della sala per accontentare ogni avventore.

piza

La pizza, per il resto,  è – come già detto – una vera e propria un’opera d’arte, ma una di quelle opere che si lascia guardare senza dare emozioni particolari agli astanti.

Nello specifico le montanarire sono risultate essere egregiamente fritte e stilisticamente perfette.

Tanto è vero che ne ho molto apprezzato la leggerezza, segno che l’olio viene cambiato spesso, ma non il gusto.

Sarò popolano e di gusti grevi, ma per me la vera montanarina fritta deve essere anche un po’ “inquacchiosa”, pomodorosa e formaggiosa (ovviamente senza esagerare).

calzone-con-scarolemeraviglios

Sulla scorta di tanto, ha riscosso in me molto successo il calzone al forno per la qualità degli ingredienti ( in particolare una fantastica ricotta) e il loro equilibrio,  ma non la pizza.

La margherita, in verità per nulla oleosa,era – come già ribadito – molto leggera e morbida, mentre la pizza con i quattro pomodori ( tra cui quelli gialli tanto di moda ultimamente che io odio) davvero stilisticamente impressionante.

Allora cosa le manca?

Le manca per l’appunto il quid, ciò che mi deve convincere a ritenere che quella de I Masanielli è effettivamente una delle pizze più buone d’Italia come affermato pure dal Gambero Rosso.

Invece ho provato una pizza sì buona, ma non buona buona come speravo.

L’ho mangiata con piacere, ma non ho sognato né “ho sbavato” come fa Homer Simpson quando pensa alle sue ciambelle

Per questo non posso inserirla tra le pizze più  spettacolari che abbia mia provato:

la scuola casertana è sì di alta scuola e si sta facendo strada, ma sinceramente quella napoletana continua ad essere n’ata cosa.

P.S. Prezzi onesti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...