In un vico di via Toledo che dà sui quartieri, poco oltre la sede centrale del ( fu) Banco di Napoli, vi è questo simpatico localino con i tavoli all’aperto che, per la presenza di giovani e ruspanti “butta-dentro”, rivela da subito la sua indole acchiappa-forestieri.

Gli interni, che sono stati recentemente ristrutturati, appaiono particolarmente luminosi e sobri in modo tale da rendere l’atmosfera sorprendentemente piacevole.

Ciò anche in deroga ad un asserito e storico  anno di apertura del locale che misteriosamente,  col trascorrere degli anni, regredisce e va a ritroso sempre di più.

Ciò detto, il locale – pur funzionando anche da ristorante – è soprattutto una pizzeria ed è infatti la pizza l’alimento principe assieme ad antipasti sfiziosi e alle classiche fritture napoletane.

7soldi.jpg
Mozzarella fritta con ripieno di friarielli di 7 Soldi

Tra quest’ultime vi è anche uno dei piatti simbolo della citata attività: la mozzarella fritta con ripieno di friarielli ( id est: broccoli napoletani). Trattasi di una prelibatezza che viene servita con grande effetto scenografico, ma che – almeno per quanto mi riguarda – non ha ottenuto la promozione alla prova del gusto.

E ciò sia per la qualità rivedibile della materia prima che per la sensazione  – più che fondata – che il prodotto servitomi non fosse freschissimo.

La pizza, sulla scorta di tanto, è al di sotto della media napoletana, venendo preparata su un disco  rigido e quindi in perfetta violazione del disciplinare che ha reso famoso la pizza made in Naples.

7soldi3

 

Piacerà, tuttavia, sicuramente   ai forestieri e a chi non è abituato a mangiare un certo tipo di pizza.

7 soldi, infatti, soddisfa perfettamente i gusti del target cui si rivolge ed è esattamente ciò che vuole essere: un locale semplice che punta alle persone di passaggio che non vogliono spendere troppo.

I prezzi, infatti, sono   perfettamente commisurati sia alla zona che alla qualità del servizio.

Gli do pertanto la sufficienza, almeno quella ci può stare.

Annunci

Pubblicato da narrabondo

A volte viaggio, altre volte mangio. Di solito respiro. Da quando ho percorso il cammino di Santiago per la prima volta, ho deciso che il mondo è più bello se visto a piedi. Se visito una città, raramente prendo un autobus o una metropolitana. La trovo una perdita di tempo che impedisce di godere appieno del viaggio. Sono nato a Napoli e, anche se ormai vivo lontano, continuo ad amarla profondamente. Conosco la Spagna come le mie tasche, ma continuo a trovare sempre una scusa per tornarci e viverla. Ciò nonostante ogni tanto però fingo di interessarmi a qualche altro paese e ne scrivo. Scrivo pure di roba da mangiare e ristoranti, ma è solo una scusa per giustificare la mia pancia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Con i libri in paradiso

I libri servono a capire e a capirsi

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

MioCaroBlog

Positiva, sempre!

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Num3ri v 2.0

I miei numeri - seconda versione

SOGNA VIAGGIA AMA

L' essenza dello spirito dell'uomo sta nelle nuove esperienze

Roma03

La guida di Roma e provincia per bambini da 0 a 3 anni, neonati e gravidanza: ludoteche, librerie, parchi, corsi, eventi e laboratori!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: