Foibe, giorno del ricordo

foibe

Fino al 2004, anno di istituzione della giornata del ricordo in occasione dell’anniversario della sottoscrizione del trattato di Parigi ( 10 febbraio 1947),  di Foibe e degli esuli giuliano-dalmata in Italia era vietato parlare e tutt’oggi sono motivo di polemica  se non di irriverenza. Al riguardo ricordo ancora una imitazione della “comica” Caterina Guzzanti che, nell’interpretare un personaggio a corto di argomenti, gli faceva dire a mo’ di tormentone “e allora le foibe?“.

E gli spettatori ridevano. Già, si rideva di morti italiani, di una vera e propria pulizia etnica, del dramma di connazionali costretti a  lasciare per sempre la terra in cui erano nati. Ed è stato per questo uno spettacolo disgustoso, andato in onda sulla tv nazionale per mesi, che ha  fatto ancora più schifo di quello che affermano certi negazionisti / giustificazionisti da due soldi che pure non mancano.

Per decenni  la  convenienza politica a cortina di ferro ancora in piedi non ci ha fatto aprire bocca sul tema, ma oggi – che dovremmo riconoscere e ricordare un dramma – in taluni casi siamo arrivati addirittura alla derisione e all’irriverenza perché le foibe sono tuttora considerate  un argomento proprio di una fazione politica

Le foibe però non sono un dramma di una fazione politica, ma di un popolo. In Istria e Dalmazia c’è stata una mattanza per ragioni ideologiche verso chiunque fosse italiano.

L’essere italiano dunque era ritenuta la ragione sufficiente per  ricevere una pallottola e poi essere gettati in una cavità profonda decine di metri.

E questo, lo si spieghi agli imbecilli – che non voglio nominare e che pure quest’anno hanno dato prova di radicata bestialità –  va ricordato sempre in modo che sia  parte della memoria collettiva della nazione.
Se non altro di quella parte della nazione civile.

IO NON SCORDO. Voi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.