Facebook oltraggia El Alamein

Screenshot_2020-07-01-15-57-19

Facebook conferma di avere grossi problemi con la libertà di espressione cancellando, nel giorno in cui ricorre l’anniversario della battaglia di El Alamain, la foto che riportava la lapide che ne ricorda i caduti. Ad avviso di facebook infatti detta immagine viola i suoi standard, motivo per il quale è stata comminata la sanzione della sospensione di tutte le funzioni della pagina del Narrabondo ( che su facebook conta quasi 7000 adesioni ) e del profilo personale per la durata di 30 giorni. In sostanza non sarà possibile scrivere, pubblicare, replicare ad un commento e nemmeno mettere un mi piace. È la terza volta che si verifica a stretto giro con facebook che, in modo del tutto immotivato, esercita una attività censoria  arbitraria e francamente lesiva sia per chi scrive che per i caduti così dileggiati.

E, invero, per queste ragioni, faccio sempre più fatica a rimanere su facebook, ormai divenuta una piattaforma ideologica che impone ai suoi utenti cosa pensare e come agire in sfregio alle norme dello stato in cui opera. Facebook, infatti, è piattaforma che si arricchisce ( senza pagare le tasse in Italia) adoperando i nostri dati sensibili per venderli ad operatori commerciali. Inoltre chiede costantemente soldi ai gestori di pagine per permettere loro di fare leggere ai suoi followers cosa viene pubblicato sulle stesse. Ora vuole pure imporre cosa pubblicare ed è un atteggiamento nordcoreano che grida vendetta.

Se così è, vale ancora la pena rimanervi? Chiedo a chi vuole leggermi di iscriversi direttamente sul blog.

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.