20160305_174848

LEGGI ANCHE:

—> Lione, istruzioni per l’uso. Tutto quello che c’è da sapere per visitare la città.

—> Mangiare a Lione. I ristoranti consigliati da me

Il Museo delle Belle arti di Lione è sicuramente uno dei musei più sorprendenti di tutta la Francia. Per visitarlo sono necessarie almeno due ore, ma non risulta per nulla pesante. Si tratta, infatti, di un museo dedicato a tutte le arti figurative in genere. Cosicché si passerà da sale  con reperti egizi, decorazioni arabe e vasellame greco ad altre con statue neoclassiche  e moderne. Ciò nonostante, come intuibile, la pinacoteca occupa la maggior parte della area espositiva. Le prime sale ospitano opere del rinascimento tedesco e fiorentino,  nonché opere  di Filippo Lippi e del Perugino sconfinando poi sugli autori fiamminghi ( cito su tutti il “quasi napoetano” Bruegel il vecchio e Rembrandt).

20160305_170247

C’è, poi, un’area che ospita le opere di alcuni autori del ‘600/700 napoletano come  l’immancabile Luca Giordano ( immancabile perché lo trovo ovunque. Ultiamente a Madrid, Londra e Dresda), Mattia Preti, Bernardo Cavallino, Filippo Napoletano, Antonio De Bellis e il napoletano acquisito Jusepe de Ribera detto lo “spagnoletto”, in quanto originario di Xativa ( Valencia). Infine si passa  agli autori francesi, dove il ruolo dei protagonisti spetta a Delacroix e agli impressionisti: Degas, Cezanne, Renoir, Sisley, Camille Pisarro e  Manet ( che è il mio preferito).

Il biglietto d’ingresso è di 8 euro, ma fino a 25 anni se ne pagano 4 ( anche se poi non sono molto fiscali coi controlli sull’età!). Le visite  sono possibili fino alle 18, ma iniziano ad impedire l’accesso ai saloni a partire dalle 17.30, dunque meglio accelerare la visita se il tempo deficita.

(cliccate sulla foto per ingrandire l’immagine)

 

Annunci

Pubblicato da narrabondo

A volte viaggio, altre volte mangio. Di solito respiro. Da quando ho percorso il cammino di Santiago per la prima volta, ho deciso che il mondo è più bello se visto a piedi. Se visito una città, raramente prendo un autobus o una metropolitana. La trovo una perdita di tempo che impedisce di godere appieno del viaggio. Sono nato a Napoli e, anche se ormai vivo lontano, continuo ad amarla profondamente. Conosco la Spagna come le mie tasche, ma continuo a trovare sempre una scusa per tornarci e viverla. Ciò nonostante ogni tanto però fingo di interessarmi a qualche altro paese e ne scrivo. Scrivo pure di roba da mangiare e ristoranti, ma è solo una scusa per giustificare la mia pancia.

Unisciti alla discussione

6 commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  1. andrò a breve a Lione, grazie per il suggerimento di cui terrò sicuramente conto. Spesso a torto, quando si visita una città, si tende a tagliar fuori i musei perché annoiano. Ma dalle tue poche righe, capisco che nel caso vale davvero la pena andarci. ciao!

    Mi piace

  2. I musei francesi sono bellissimi….vero? Ma sei ci sei mai stato ad Avignone? La mia città natale 😉. Se no, ti consiglio di andare durante il Festival….è favolosa, piena di vita. Trovi attori che fanno rappresentazioni in mezzo alla strada…musica…te l’ho consiglio mio caro Narrabondo. Un abbraccio

    Mi piace

    1. Ahimé,
      non conosco Avignone, ma dalle foto che noto in giro devo ammettere che è davvero stupendo. Quindi grazie per il consiglio. Sappi che l’ho appena inserita nella mia lista dei desideri 🙂

      Piace a 1 persona

Con i libri in paradiso

I libri servono a capire e a capirsi

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

MioCaroBlog

Positiva, sempre!

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Num3ri v 2.0

I miei numeri - seconda versione

Veronica Iovino

Sogna Viaggia Ama

Roma03

La guida di Roma e provincia per bambini da 0 a 3 anni, neonati e gravidanza: ludoteche, librerie, parchi, corsi, eventi e laboratori!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: