Recensione sulla pizzeria Gaetano Genovesi – via Manzoni n. 26 Napoli

genovesi

Partiamo dalle note negative:

La sproporzione dei prezzi applicati tra pizze di diversa qualità. Chi ha compilato il menù  pretende che da ogni cliente risulti più o meno uno specifico incasso  e si disinteressa del tutto della circostanza di aver messo praticamente gli stessi prezzi per tutte le pizze, cioè per prodotti  che hanno ingredienti  e costi di produzione molto diversi . Cosicché, per fare degli esempi più concreti, una marinara costa addirittura 7.50 euro, una margherita 8,00 euro, mentre una boc con circa 250 gr di mozzarella di bufala 9 euro. Domanda: c’è proporzione? Chiaro che no!  Da notare, inoltre, che una bottiglia di birra costa addirittura 6 euro e francamente mi  sembra davvero  eccessivo.

genovesi2

Ciò fermo restando, il locale è costituito essenzialmente da due corridoi con un arredamento molto essenziale. Una volta seduti al tavolo, si apprezzerà subito la circostanza di poter vedere su un televisione come i pizzaioli stanno lavorando in diretta.  L’attesa, purtroppo, non è comunque poca ( circa 15/20 minuti), ma va detto che ne vale assolutamente la pena per una pizza soffice senza essere troppo morbida, delicata ma saporita e con ingredienti di primissima qualità. Tra queste ho molto apprezzato la supercarmela con cornicione ripieno di ricotta, pomodorini del piennolo, mozzarella di bufala, parmigiano e pistacchio. genovesi4  La qualità del prodotto è, quindi, ciò che permette di uscire dal locale più che soddisfatti nonostante i deficit – in ogni caso colmabili con un pizzico di buona volontà – che ancora connotano questa pizzeria emergente.

Location: 7,5

Pulizia: 9

Gentilezza del personale: 5 ( 3 all’ingresso, 6,5 in sala)

Cibo: 9

Prezzo:  5

Voto complessivo:  8,5

14 commenti

  1. Ma io posso anche capirlo che lavorare a certi ritmi sia stressante e che mantenere la calma di fronte a clienti non proprio simpaticissimi sia, a volte, impossibile; il problema però è quando la maleducazione non è una conseguenza ma un modus operandi consolidato, e si ripercuote su persone che magari non c’entrano nulla o non hanno fatto nulla per meritarsela… E in questi casi, sono d’accordo con The Master of Cook, anche la pizza più buona diventa indigesta 😦 (le foto che hai fatto tu, però, fanno venire davvero fame!)

    "Mi piace"

    • Sì, effettivamente non posso non essere d’accordo.
      Per questo ci ho tenuto ad iniziare la mia recensione evidenziare che la persona che “metteva in lista” i clienti aveva dei modi tutt’altro che urbani. Pensa che a noi, testuali parole, ci ha detto ” Siate veloci. Tanto tra mezzora vi cacciano”.

      "Mi piace"

  2. Vi rispondo in maniera collettiva.
    Il problema delle pizzerie di grido napoletane è che lavorano su 4/5 turni per pasto e, per questo motivo, il cliente spesso viene maltrattato.
    Quindi diciamo che ci si deve anche adeguare.
    Sennonché questa pizzeria si trova in una zona di prestigio ( tra il Vomero e Posillipo) ed è per questo legittimo auspicarsi, anche per il prezzo esoso richiesto, un trattamento più “urbano”.
    Tenete, infatti, presente che mediamente a Napoli una margherita al tavolo non costa mai più di 5 euro ( nel centro storico siamo addirittura a 3 euro), mentre da Gaetano Genovesi di euro se ne chiedono addirittura 8.
    In ogni caso vi assicuro che la pizza è eccellente

    Piace a 1 persona

  3. Anch’io sono molto attenta al modo con cui il personale tratta la clientela… e non sai quanti locali, che prima adoravo, ho depennato dalla mia lista dopo essere stata maltrattata da camerieri maleducati o da proprietari con la luna storta! In fondo se vado a mangiare fuori è per svagarmi, non per farmi venire la gastrite 😦

    Piace a 1 persona

      • Il fatto è che quando il servizio o l’accoglienza non mi soddisfano mi innervosisco tanto che poi la pizza passa in secondo piano.
        Sarà che sono sensibile a certi temi per via del mio percorso di studi, sarà che da blogger sono consapevole di quanto sia importante mettere a proprio agio tutti ed evitare nervosismi inutili ma credo che viviamo in un’era in cui il pressapochismo non è più tollerabie. E non lo finanzio di sicuro nemmeno se la pizza è ottima. 🙂

        Piace a 1 persona

    • Hai assolutamente ragione.
      Tra l’altro nella specie la soluzione non è tanto complicata: basterebbe consentire di “spizzicare” qualcosa a chi aspetta fuori dal locale e possibilmente mettere una persona normale a gestire le prenotazioni.

      Piace a 1 persona

    • Vi rispondo in maniera collettiva.
      Il problema delle pizzerie di grido napoletane è che lavorano su 4/5 turni per pasto e, per questo motivo, il cliente spesso viene maltrattato.
      Quindi diciamo che ci si deve anche adeguare.
      Sennonché questa pizzeria si trova in una zona di prestigio ( tra il Vomero e Posillipo) ed è per questo legittimo auspicarsi, anche per il prezzo esoso richiesto, un trattamento più “urbano”.
      Tenete, infatti, presente che mediamente a Napoli una margherita al tavolo non costa mai più di 5 euro ( nel centro storico siamo addirittura a 3 euro), mentre da Gaetano Genovesi di euro se ne chiedono addirittura 8.
      In ogni caso vi assicuro che la pizza è eccellente.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.