diamante2

 

La prima tappa del nostro breve itinerario è a Diamante, un piccolo paesino che d’estate ospita 10 volte il numero dei suoi abitanti ed è animato da una sorprendente movida che dura tutta la notte. Invero, non si contano i bar e le piccole discoteche  che pullulano di ragazzi di tutte le età e fanno sì che questo paesino sia la capitale di una Calabria che nessuno si aspetterebbe mai di vedere. In realtà Diamante è, tuttavia, famosa per ben altro: 1) l’isola di Cirella, una delle due isolette della Calabria; 2)  i suoi  oltre 150 murales, dipinti che si possono ammirare passeggiando per i vicoli del centro e che sono considerati delle vere e proprie opere d’arte.

scale
Scalea e il suo mare

 

Dopo una notte di bagordi, proseguiamo quindi lunga la costa cosentina e approdiamo prima a Scalea, poi a Praia a Mare. Si tratta di due centri animati soprattutto nei mesi centrali dell’estate e adatti ad un turismo per famiglie. In particolare  a Praia la costa è più frastagliata ed è impreziosita dalla vista dell’isola d Dino.

20160811_141118.jpg
Praia a mare con l’isola di Dino

E’, quindi, con questa vista che lasciamo la Calabria ed entriamo ufficialmente in Lucania, dove la costa si fa più alta, selvaggia e probabilmente ancora più bella ( per maggiori dettagli sulla costa di Maratea si rinvia QUI.

20160812_191128
La costa di Maratea

Poi, dopo aver percorso circa 32 km, cambiamo nuovamente regione e giungiamo in Campania, dove ad accoglierci c’è Sapri con il suo bel lungomare. Qui la memoria torna per forza di cose alla spigolatrice e ai 300 giovani e forti di Carlo Pisacane, anche se a dirla tutta quei 300 eran dei traditori.

sar
Sapri

Infine giungiamo a Scario, la maggiore frazione del comune di San Giovanni a Piro, nonché una delle più rinomate località balneari del Cilento, penisola che prossimamente percorreremo nel prossimo tour raccontato.

20160813_190556.jpg
Scaro
Annunci

Pubblicato da narrabondo

A volte viaggio, altre volte mangio. Di solito respiro. Da quando ho percorso il cammino di Santiago per la prima volta, ho deciso che il mondo è più bello se visto a piedi. Se visito una città, raramente prendo un autobus o una metropolitana. La trovo una perdita di tempo che impedisce di godere appieno del viaggio. Sono nato a Napoli e, anche se ormai vivo lontano, continuo ad amarla profondamente. Conosco la Spagna come le mie tasche, ma continuo a trovare sempre una scusa per tornarci e viverla. Ciò nonostante ogni tanto però fingo di interessarmi a qualche altro paese e ne scrivo. Scrivo pure di roba da mangiare e ristoranti, ma è solo una scusa per giustificare la mia pancia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Con i libri in paradiso

I libri servono a capire e a capirsi

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

MioCaroBlog

Positiva, sempre!

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Num3ri v 2.0

I miei numeri - seconda versione

Veronica Iovino

Sogna Viaggia Ama

Roma03

La guida di Roma e provincia per bambini da 0 a 3 anni, neonati e gravidanza: ludoteche, librerie, parchi, corsi, eventi e laboratori!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: