Tradizionalmente mangiare una pizza commestibile a Maiori costituisce un problema allo stesso modo in cui lo è provare  degli spaghetti con le vongole a Londra. Sarò più preciso: è una mission quasi impossible che rischia di far intossicare chiunque intenda cedere alla tentazione di una margherita, salvo poi trovarsi ad ingurgitare quello che sembra un copertone bruciato che si piazza sullo stomaco.

obbo

 

Poi è arrivato Oblò, il primo locale della costiera amalfitana che fa principalmente pizze senza improvvisarsi e in un attimo la nefasta tradizione è stata sovvertita del tutto, migliorando la prospettiva di vita degli abitanti e dei turisti che frequentano Maiori.

Innanzitutto, nel descrivere questa struttura, voglio partire dal suo nome: l’Oblò.

obli1
Foto presa dalla pagina fb dell’Oblò

Non ci crederete, ma al suo interno gli oblò ci sono per davvero, creando così la piacevole sensazione di essere a bordo di una nave per intraprendere un bel viaggio gastronomico.

Un viaggio che può iniziare con un antipasto all’italiana con crocché, alghe fritte e supplì, ma anche da un tagliere di salumi e formaggi da intingere nella marmellata  per poi proseguire con una pizza bella stesa, non morbida – come è nella cultura napoletana – ma  comunque ben fatta.

La loro specialità è con pomodorini secchi, ricotta e pancetta: uno spettacolo.

oblooo

In proposito, particolare di non poco conto, voglio sottolineare che qui – a differenza delle altre “pizzerie” della costiera amalfitana e, nella specie, di Maiori – vengono usati ingredienti di buona qualità. E’ una scelta che alla lunga ripagherà e spero non sia mai disattesa!

oblì1

Inoltre, anche questo è un elemento da non sottovalutare,  il personale risulta essere altamente qualificato.

E, udite udite, è pure sorridente.

Insomma, ben arrivata Oblò!

P.s. Da diminuire i prezzi per l’asporto.

Annunci

Pubblicato da narrabondo

A volte viaggio, altre volte mangio. Di solito respiro. Da quando ho percorso il cammino di Santiago per la prima volta, ho deciso che il mondo è più bello se visto a piedi. Se visito una città, raramente prendo un autobus o una metropolitana. La trovo una perdita di tempo che impedisce di godere appieno del viaggio. Sono nato a Napoli e, anche se ormai vivo lontano, continuo ad amarla profondamente. Conosco la Spagna come le mie tasche, ma continuo a trovare sempre una scusa per tornarci e viverla. Ciò nonostante ogni tanto però fingo di interessarmi a qualche altro paese e ne scrivo. Scrivo pure di roba da mangiare e ristoranti, ma è solo una scusa per giustificare la mia pancia.

Unisciti alla discussione

2 commenti

  1. A Maiori non c’erano pizze commestibili? A Maiori?? :DD
    Mi sconvolgono sempre queste cose… pensa a Milano allora: una pizzeria decente non l’ho mai trovata (a Torino sì però!).
    PS: però conosco un paio di posti a Londra dove mangiare spaghetti con le vongole ottimi, trust me!

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Con i libri in paradiso

I libri servono a capire e a capirsi

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

MioCaroBlog

Positiva, sempre!

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Num3ri v 2.0

I miei numeri - seconda versione

SOGNA VIAGGIA AMA

L' essenza dello spirito dell'uomo sta nelle nuove esperienze

Roma03

La guida di Roma e provincia per bambini da 0 a 3 anni, neonati e gravidanza: ludoteche, librerie, parchi, corsi, eventi e laboratori!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: