Evasometro : inizia la stagione del terrore.

E’ tornato Robespierre:

il governo di giacobini incompetenti ha varato “l’evasometro”, uno strumento che attiva i controlli automaticamente e che imporrà al cittadino – NON ALLO STATO – la prova diabolica di non aver evaso il fisco.

Non sarà quindi l’Agenzia delle Entrate a dover fornire la documentazione che un contribuente ha evaso il fisco, ma sarà quest’ultimo a dover provare – carta dopo carta –  di essere in regola fino all’ultimo euro.

Che diavolo di concezione di  stato è questa ?

Di sicuro non  è di una democrazia occidentale quella dove tutti i cittadini sono presunti delinquenti fino a prova contraria. 

In una democrazia è, invece, lo stato a doverci spiegare come spende i soldi delle nostre tasse! Perché i soldi che si versano allo stato sono nostri!

Invece, grazie a questa splendida misura, nella pratica capiterà che un dipendente pubblico delle Agenzie delle Entrate svogliatamente vi farà notificare un avviso di accertamento e non già perché siete degli evasori, ma perché l’algoritmo dell’evasometro lo ha autorizzato a farlo senza dover motivare altro documentazione alla mano.

Cosicché sarete poi voi a dover impazzire a spulciare ogni carta, magari di 5 anni prima, per fornire la prova diabolica che non ha avete evaso un solo euro.

Dopodiché sarete salvi?
No. Se chi vi ha mandato l’avviso di accertamento è una persona coscienziosa, accoglierà l’istanza in autotutela, altrimenti – nella stragrande maggioranza dei casi –  vi fotterete e dovrete adire la via giudiziaria.

L’inversione dell’onere della prova troverà infatti il proprio agone naturale davanti alle Commissioni Tributarie, dove spesso giudici improvvisati ( le commissioni tributarie sono composte da giudici che provengono dalle più disparate esperienze)  danno il peggio di sé e compensano le spese anche se il ricorso viene accolto.

Davanti a questa prospettiva vi verrà quindi quasi naturale rinunciare ad una guerra dispendiosa  ( ed impari ) allo stato e pagare le sanzioni anche se nella realtà non avrete evaso un solo euro.

Tanto poi lo stato diffonderà “i risultati” della lotta all’evasione in pompa magna e dirà di aver recuperato X euro da gente che, in realtà, si arresa alla bramosia dello sceriffo di Nottingham.

N.B. Insomma il messaggio è “meglio prendersi il reddito di cittadinanza e non fare nulla”.

2 commenti

  1. Credo dipenda dal fatto che l’evasione in Italia è una piaga che fanno fatica a contrastare con i mezzi a disposizione. Il problema è che appunto obbligano il cittadino – spesso onesto – a dimostrare di esserlo.
    Stranamente i furbi continueranno a fare i furbi.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.