Le migliori pizzerie di Napoli ( secondo me)

La classifica che segue è la più contestabile possibile e merita ogni tipo di osservazione e eccezione. Sono quindi consapevole di rischiare di innescare la terza guerra mondiale, ma un gioco troppo divertente per esimersi dal farla.  E’, del resto, una classifica discrezionale, soggettiva e assolutamente insindacabile. E’ vero infatti che non esiste “la pizzeria più buona in assoluto”, perché la bontà di una pizza dipende da mille fattori –  quali la fame e il “genio” del momento del pizzaiolo – ma è pur vero che esistono dei grandi pizzaioli che geneticamente hanno più genio degli altri. Per cui, fermo restando che questa classifica ha valore orientativo ed è il divertissement di una persona che è pizza-dipendente, io comunque terrei conto dei nomi che andrò ad elencare di seguito. Eppoi, parliamoci chiaro, questa classifica la fanno tutti i napoletani nel loro intimo, vuoi vedere che non la posso fare io?

 

 

Ciò premesso, i più attenti noteranno qualche assenza illustre. Ecco, al riguardo  sappiate  che sinceramente ho voluto escludere “i divi televisivi” che cercano di inventarsi una notizia pur di apparire o che credono di essere dei personaggi oltre il loro ruolo. Li ho esclusi non per una semplice antipatia personale, ma perché – per quella che è la mia esperienza – non rientrano in questa classifica.

  • Da Michele a Forcella

michele

Sarà banale, sarà la scoperta dell’acqua calda, ma la migliore margherita di Napoli ( e quindi del mondo) si mangia da Michele a Forcella. Siamo all’apoteosi della ruota di carro: impasto bello steso e tanto fiordilatte.  La ditta – come recita il cartello all’ingresso – a Napoli non ha succursali e  per conoscerla vale la pena fare ogni fila.

  • Pizzeria Salvo di Franceso e Salvatore

sa1.jpg

Per loro bisogna uscire (di poco) dai confini di Napoli e andare a San Giorgio a Cremano. Bel locale, organizzazione svizzera,  ottime fritturine e pizze superlative.  Ogni aspetto qui è studiato perfettamente. Non vedo l’ora di provare la loro pizza anche nella nuova sede di piazza Vittoria a Napoli.

  • Starita a Materdeistarita.jpg

Altra Pizzeria storica del centro storico di Napoli che offre, senza prosopopea, un prodotto dallo stile e dal gusto inconfondibile. E’ difficile non commuoversi davanti alla  margherita che fanno, né concludere il pasto senza i famosi angioletti con la nutella.

  • Pizzeria Porzio a Soccavo

pizzeriaporzio-e1523332798236.jpg

Sebbene ancora poco considerata come merita  ( il locale  ha lo svantaggio di essere in una zona fuori mano), questa pizzeria fa un prodotto di grandissima qualità, ovvero una pizza “fatta bene” senza essere affetta da divismo. Ad essere squisita poi non è solo la pizza, ma anche il personale che la serve e rende questo locale un posto speciale per passarci una serata.

  • 50 Kalò a Mergellinapizza-50kalò

Il solista dei fratelli Salvo è un vero e propria tecnicista. Il suo impasto, se non tocca la perfezione,  vi arriva molto vicino. Inoltre vi è una grande attenzione per la stagionalità dei prodotti con un menù davvero strabiliante che sa sempre rinnovarsi e in cui le frittatine e le montanare sono un’occasione per aprire le danze.

  • Spicchi d’Autore al Vomero

spicchi2

E’ una pizzeria che non è ancora considerata tra le migliori di Napoli, ma che ben presto saprà farsi strada se continua così.  La loro particolarità è quella di consentire di “provare” 4 gusti diversi ( appunto 4 spicchi) sulla stessa pizza e, per questo, motivo mi sono sempre fatto invogliare dai gusti più particolari. Ho, tuttavia, testato anche la margherita e  la pizza in questione ha resistito anche alla prova del 9.

  • Carmnella alla stazione

dav

Vincenzo Esposito, il proprietario di Carmnella, è un antidivo per eccellenza. Appena si entra nel suo locale lo si  nota subito al “posto di combattimento” ad impastare con una concentrazione quasi mistica. La sua è una pizza autenticamente napoletana e volutamente senza fronzoli

  • Gaetano Genovesi a via Manzoni

genovesi

La sua supercarmela è una delle pizze più “azzeccate” che abbia mai provato. Notevole è anche la sua boc con circa 250 gr di mozzarella di bufala. Siamo ad un livello già altissimo, ma la cosa positiva è che può ancora migliorare affinando qualche dettaglio.

  • Eccellenze Campane in via Brin

caption

Siamo a Brin in una fabbrica del buono che si  prefigge di offrire la qualità per i prodotti più svariati. La pizza però è l’eccellenza tra le eccellenze: morbida, saporita, digeribile.   Mi spiace per le pizze più sofisticate, ma secondo me la loro margherita ha qualcosa in più. Fantastica!

  • La Masardona alla stazione

pizzaritta

La pizza fritta della Masardona è la pizza fritta per antonomasia di Napoli. Appena si entra nel loro piccolo locale, è divertentissimo vederli come impastano, friggono e asciugano la pizza. Sono una macchina da guerra e spero tanto che nel nuovo locale di piazza Vittoria – in cui non ho ancora avuto l’occasione di andare – sappiano esportare il loro modello.

Annunci

4 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.