Sibillini’s Ranch, quando andare a cavallo diventa una noia mortale molto cara.

Andare a cavallo con la società Sibillini’s Ranch equivale a mettere un gettone in una giostra e fare un percorso prestabilito su un cavallo talmente addestrato (rectius ammansito/ lobotomizzato) da non rispondere ad alcuno dei comandi. Il percorso, in genere, dura un’ora e  nel corso di quest’ora  nessuna delle guide spiegherà alcunché né sulle zone attraversate, né su come si gestisce un cavallo. In sintesi non si imparerà nulla, non ci si rilasserà, non ci si divertirà e non si  parlerà. Il che è molto triste se si considera che, per una passeggiata di un’ora, la società Sibillini’s ranch chiede ben € 25,00 (praticamente il doppio di ciò che, in media, chiedono gli altri maneggi sparsi per l’italia).

Ciò premesso, mi è doveroso sottolineare che il personale è particolarmente antipatico e disorganizzato.  Mercoledì scorso, dopo aver contattato la suddetta società alle 13.30, mi sono recato – su loro indicazione – alle 14.00 al maneggio, ma una volta giunto lì sono stato di fatto rimbalzato perché i Caballeros erano in pausa pranzo e non volevano essere disturbati. Successivamente – sempre su loro indicazione – sono tornato alle 15.00 per prenotare la passeggiata delle 15.30, sennonché mi hanno detto che non c’era più posto e avrei dovuto aspettare le 16.30.

Armato di pazienza, ho aspettato le 16.30, ma di fatto solo alle 17.20 sono riuscito a salire su un cavallo.

Ovviamente, se la passeggiata a cavallo fosse stata di mio gradimento, quanto suindicato sarebbe finito in secondo piano, ma invece così non è stato e sui Sibillini’s ranch ho messo una croce nera..

I ristoranti dell’Umbria

I migliori ristoranti della costiera amalfitana

Annunci

Pubblicato da narrabondo

A volte viaggio, altre volte mangio. Di solito respiro. Da quando ho percorso il cammino di Santiago per la prima volta, ho deciso che il mondo è più bello se visto a piedi. Se visito una città, raramente prendo un autobus o una metropolitana. La trovo una perdita di tempo che impedisce di godere appieno del viaggio. Sono nato a Napoli e, anche se ormai vivo lontano, continuo ad amarla profondamente. Conosco la Spagna come le mie tasche, ma continuo a trovare sempre una scusa per tornarci e viverla. Ciò nonostante ogni tanto però fingo di interessarmi a qualche altro paese e ne scrivo. Scrivo pure di roba da mangiare e ristoranti, ma è solo una scusa per giustificare la mia pancia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Con i libri in paradiso

I libri servono a capire e a capirsi

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

MioCaroBlog

Positiva, sempre!

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Num3ri v 2.0

I miei numeri - seconda versione

Veronica Iovino

Sogna Viaggia Ama

Roma03

La guida di Roma e provincia per bambini da 0 a 3 anni, neonati e gravidanza: ludoteche, librerie, parchi, corsi, eventi e laboratori!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: