Se leggete questo blog con attenzione, saprete già cosa fare in caso di volo cancellato/ritardato e  quali sono i vostri diritti. Se invece non siete lettori abituali di questo blog, vi proibisco di andare avanti nella lettura se non mi promettete di diventarlo subito.

Oggi mi occuperò dell’ipotesi in cui non troviate più il vostro bagaglio che avevate consegnato al check in. Cosa fate?

Nel caso in cui il bagaglio che avete correttamente imbarcato al check-in risulti danneggiato ovvero smarrito, è essenziale recarsi immediatamente presso l’ufficio Lost & Found presente all’interno di ogni aeroporto e presentare reclamo scritto compilando l’apposito modulo P.I.R. ( property irregularity report), documento attestante la mancata consegna del bagaglio ovvero lo smarrimento/ il danneggiamento di quest’ultimo.

Il termine per presentare reclamo (PIR) è
di 7 giorni in caso di bagaglio danneggiato,
di 14 giorni in caso di mancata consegna della merce,
di 21 giorni in caso di mancata consegna ( per ritardo o smarrimento).

In caso di smarrimento (rectius: mancata consegna) ovvero di danneggiamento del bagaglio sarà possibile ottenere un indennizzo per l’evento dannoso in sé, cioè a prescindere da una condotta colposa imputabile al vettore aereo, oltre ad un risarcimento per gli ulteriori pregiudizi eventualmente subiti.

AD ESEMPIO:
se avete preso un volo per Parigi, ma all’aeroporto di destinazione non vi è stato consegnato il bagaglio contenente tutti i vostri effetti personali, dovrete far fronte a spese impreviste acquistando beni di prima necessità quali vestiti, lamette da barba, accappatoi, pettini etc etc. Ebbene, tutte le suddette voci di spesa che affronterete a causa dell’inadempimento contrattuale imputabile al vettore aereo, saranno risarcibili se provate con gli scontrini.

Pertanto, al fine di ottenere appieno il ristoro dei pregiudizi da voi subiti, sarà necessario conservare
A) il biglietto aereo;
B) il talloncino che attesta che il bagaglio è stato imbarcato;
C) Il modulo PIR;
D) Gli scontrini per tutte le spese che affronterete in mancanza del vostro bagagli

Annunci

Pubblicato da narrabondo

A volte viaggio, altre volte mangio. Di solito respiro. Da quando ho percorso il cammino di Santiago per la prima volta, ho deciso che il mondo è più bello se visto a piedi. Se visito una città, raramente prendo un autobus o una metropolitana. La trovo una perdita di tempo che impedisce di godere appieno del viaggio. Sono nato a Napoli e, anche se ormai vivo lontano, continuo ad amarla profondamente. Conosco la Spagna come le mie tasche, ma continuo a trovare sempre una scusa per tornarci e viverla. Ciò nonostante ogni tanto però fingo di interessarmi a qualche altro paese e ne scrivo. Scrivo pure di roba da mangiare e ristoranti, ma è solo una scusa per giustificare la mia pancia.

Unisciti alla discussione

2 commenti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Con i libri in paradiso

I libri servono a capire e a capirsi

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

MioCaroBlog

Positiva, sempre!

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Num3ri v 2.0

I miei numeri - seconda versione

SOGNA VIAGGIA AMA

L' essenza dello spirito dell'uomo sta nelle nuove esperienze

Roma03

La guida di Roma e provincia per bambini da 0 a 3 anni, neonati e gravidanza: ludoteche, librerie, parchi, corsi, eventi e laboratori!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: