Dove mangiare a Napoli Dove mangiare in Campania

Pizzeria lievito madre a Napoli. Buona, ma c’è di meglio.

lievito-madre-al-mare

Qualche anno fa improvvisamente si è iniziato a sostenere che il lievito di birra non fosse salutare. Cosicché  qualcuno, per vena creativa e forse anche per guadagnare un po’ di spazio mediatico, si è invento che – per fare una buona pizza – era necessario utilizzare il lievito madre ( direbbe Er Pomata di Febbre da Cavallo: questa la più grande str…..ata da quando l’uomo ha inventato il cavallo!)

Gino Sorbillo – il pizzaiolo Gino Sorbillo,  l’amico di Antonella Clerici che per anni è apparso alla prova del cuoco ( oltreché su numerosissimi altri media) e che di marketing se ne intende – ha così colto la palla al balzo e ha aperto un locale sul lungomare di Napoli che già dal nome premia  il nuovo tipo di impasto per la pizza.

E’ nata così la pizzeria Lievito Madre di via Partenope 1.

Alla inaugurazione c’erano Cracco, Bastianich e pure Bruno Barbieri ( Cannavacciolo no, perché ancora non era diventato un personaggio televisivo….).

Insomma è stata una bella festa.

D’altronde la pizzeria si trova in uno degli scenari più belli del mondo, qual è quella del lungomare di Napoli, è  curata ( ma sobria) nell’arredamento e ha tutte le carte in regole per intercettare i turisti in visita a Napoli.

Non a caso, già dall’accoglienza a modo e per nulla rustica, si noterà che ha un concept molto diverso rispetto alla sede di via dei Tribunali.

E i prezzi ovviamente sono adeguati sia allo scenario che all’accoglienza.

Tuttavia va detto che propone una buona pizza.

due-pizze-margherita

Certo, non è quella di via dei Tribunali, ma è pur sempre una buona pizza.

Quindi, qual è il problema?

Se La location è bella, il personale è gentile e la pizza non è male cosa non mi sconfinfera?

Non mi convince il fatto che nei dintorni ormai c’è di meglio.

Tra piazza Vittoria e piazza Sannazaro, ovvero in poche centinaia di metri, ormai hanno aperto pizzerie del calibro dei Fratelli Salvo, di 50Kalò, della pizzeria di Vincenzo Capuano e della Masardona.

Insomma, pezzi da 90 che  veramente fanno una grandissima pizza

Pertanto, con tutto il rispetto, se posso mangiarmi una pizza da 10, perché dovrei accontentarmi di una pizza da 7?

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...