Il trekking è una delle attività più praticate in costiera amalfitana dagli appassionati di escursionismo, ma anche da persone inesperte che però desiderano vedere i panorami più esplosivi da una prospettiva inusuale.

La costiera amalfitana, infatti, offre ben 90 chilometri di sentieri, la maggior parte dei quali percorribili in mezza giornata.

Esistono  sia  percorsi di media / medio alta difficoltà, sia sentieri adatti a principianti che si possono percorrere in meno di due ore.

Sebbene il periodo maggiormente indicato per praticare il trekking, sia in primavera ( aprile e maggio in particolare) o in autunno,  anche in estate – nonostante il caldo – i sentieri sono molto frequentati.

Gli stessi sentieri, in particolare, di solito sono ben tenuti  e sono indicati da segnali rossi e bianchi.

  • La valle delle ferriere

  • Ferriera ValledelleFerriere

A parer mio, uno dei sentieri più belli e meglio conservati parte proprio ad Amalfi e si chiama “la valle delle ferriere”. È un percorso molto facile, ma davvero suggestivo che permette di attraversare i ruderi di antiche fabbriche di carta e del ferro, nonché di vedere piante molto rare. Ad essere particolarmente gradita è tuttavia la vista delle cascate, dove si arriva dopo mezzora di cammino e  dove i più coraggiosi possono anche farsi il bagno. Il percorso eventualmente può poi proseguire  comodamente per  Pontone, oppure per sentieri più caratteristici – ma meno segnalati – per località Pogerola o addirittura fino ad Agerola.

Il tempo complessivo che occorre per fare questa escursione è di circa 3 ore.

Difficoltà: facile

  • Il monte Avvocata

  • Santuario-dell-Avvocata-sopra-Maiori-Storia

Da Maiori, precisamente dall’acquedotto o dalla via Casale dei Cicerali parte una passeggiata che in circa un’ora e mezza permette di arrivare al Santuario della Madonna dell’Avvocata. Il percorso è davvero molto suggestivo e permette di godere di un bellissimo panorama sul golfo di Salerno e di vedere dall’alto i paesi di Maiori, Minori, Atrani e Amalfi. Il tracciato è molto ben segnalo e dispone di diversi punti di ristoro. In cima, inoltre, vi è un punto per ristorarsi e cucinare.

Il tempo complessivo che occorre per fare questa escursione è di 3 ore senza sosta.

Difficoltà: media

  • Il sentiero degli Deiabf1d-ligalli

È sicuramente  il percorso più famoso e più frequentato dai turisti stranieri. È un percorso in verticale che permette di partire dall’alto e scendere fino al centro di Positano dopo aver attraversato la località di Nocelle. Esistono due percorsi principali per realizzarlo, quello più famoso parte da Agerola.

Tempo occorrente per farlo solo all’andata: 2 ore.

Difficoltà: medio – facile59b75-ligalli4

  • Il sentiero dei limoni.

Un altro sentiero molto suggestivo è il cosiddetto sentiero dei limoni perché di andare da Maiori a Minori attraverso un sentiero pieno di coltivazioni di limone. È una passeggiata molto facile che parte dalla Chiesa di Santa Maria a Mare di Maiori e arriva nella parte di Maiori.

Tempo  occorrente per la sola andata: 20 minuti

Difficoltà: facilemaiori2

  • Da Minori a Ravello

Un percorso assolutamente molto suggestivo parte dal  cimitero di Minori e permette di attraversare dei borghi quasi abbandonati, delle belle Chiesette e di godere di un bellissimo panorama, in particolare osservando Atrani dall’alto.  È un percorso molto bello, anche se c’è una grande difficoltà: bisogna stare attenti ai cani in libertà.

Difficoltà: facile

Tempo occorrente tra andata e ritorno:  3 ore

  • Santa Maria dei Monti

Uno dei miei percorsi preferiti è poi quello di Santa Maria dei Monti. Il percorso inizia dal paese di Scala e consente di vedere dall’alto buona parte della costiera amalfitana, a cominciare dalla splendida Ravello e da Maiori. E’ un percorso abbastanza impegnativo, ma che si può concludere nel giro di 4 ore. Inoltre in cima c’è un rifugio dove si può cucinare e si può anche dormire

Difficoltà: medio-alta

Tempo occorrente: 4 ore

amalfi dall'alto

Annunci

Pubblicato da narrabondo

A volte viaggio, altre volte mangio. Di solito respiro. Da quando ho percorso il cammino di Santiago per la prima volta, ho deciso che il mondo è più bello se visto a piedi. Se visito una città, raramente prendo un autobus o una metropolitana. La trovo una perdita di tempo che impedisce di godere appieno del viaggio. Sono nato a Napoli e, anche se ormai vivo lontano, continuo ad amarla profondamente. Conosco la Spagna come le mie tasche, ma continuo a trovare sempre una scusa per tornarci e viverla. Ciò nonostante ogni tanto però fingo di interessarmi a qualche altro paese e ne scrivo. Scrivo pure di roba da mangiare e ristoranti, ma è solo una scusa per giustificare la mia pancia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Con i libri in paradiso

I libri servono a capire e a capirsi

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

MioCaroBlog

Positiva, sempre!

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Num3ri v 2.0

I miei numeri - seconda versione

Veronica Iovino

Sogna Viaggia Ama

Roma03

La guida di Roma e provincia per bambini da 0 a 3 anni, neonati e gravidanza: ludoteche, librerie, parchi, corsi, eventi e laboratori!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: