Sono solo cose

“Sono solo cose”.

Mentre – come una litania – mi veniva ripetuto l’ovvio per giustificarne il cestinamento, rievocavo i ricordi che mi trasmettevano i giochi con cui ho trascorso tanto tempo: il flipper della formula 1, assedio, i sapientino, le micromachines ( compresa la pista elettrica “california”), le macchine, i lego, i peluches. È difficile – almeno per me – separarsi dal passato, soprattutto se la separazione è forzosa e violenta.

Ci sono, del resto, tanti motivi per legarsi al passato.

Il primo fra tutti è che il passato è sempre depurato e privo di cattivi ricordi. ​

Ignoro qual è stata l’ultima volta in cui ho giocato con quelle “cose”. So però che mi hanno regalato quei momenti spensierati che ora non riesco più a provare.

Per Nietzsche​ il passatismo era una vera e propria malattia, una debolezza che rende nulla “la forza creatrice” dell’uomo. E ciò, se portato all’estremo, è sicuramente vero perché il culto del passato impedisce di affrontare pienamente tutto ciò che accade nel momento che viviamo.

E’, tuttavia, altresì vero che tenere fermi i ricordi, magari personificandoli nelle cose, spesso è la terapia più efficace. “Ricorda chi eravamo”, ammonisce Leonida nel film 300. Ricordalo sempre, aggiungo io. Conservare, del resto, ha la stessa radice di preservare ed implica la volontà di far proprio ciò che è buono e ciò che è bello. Non implica un mero collezionismo o un accumulo, ma è una selezione di momenti che si vogliono far propri per costruire la propria identità.

Scrisse al riguardo Roger Scruton: “La vera ragione per cui le persone sono conservatrici è che sono attaccate alle cose che amano e vogliono preservarle da abusi e decadimenti. Sono attaccati alla loro famiglia, ai loro amici, alla loro religione e al loro ambiente circostante. Hanno fatto una distinzione per tutta la vita tra le cose che nutrono e le cose che minacciano la loro sicurezza e tranquillità.“


Ecco, in questa proposizione c’è tutto ciò che bisogna sapere per capire che è sicuramente vero che le cose sono solo cose, ma alcune cose non sono per nulla cose

4 commenti

  1. Io sono sempre legatissimo a oggetti e ricordi del passato, e mi interessa poco che il “passatismo” possa venir visto come una debolezza.
    Per me non lo è, anzi: i ricordi mi rinforzano, mi faranno anche nostalgia, ma mi tengono viva la memoria ed il cuore.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.