pizzeria_acunzo.jpgHo sempre avuto in simpatia questa pizzeria per via dei proprietari, marito e moglie che da oltre cinquant’anni gestiscono questo locale – che si trova al Vomero tra la funicolare centrale e quella di Chiaia – con la cordialità di chi sta aspettando dei parenti in visita. La moglie, perennemente alla cassa, è una figura quasi mitologica che non sono mai riuscito a vedere in piedi, il marito invece ogni tanto si diverte ad uscire per osservare i passanti con l’aria scanzonata di chi è pieno d’ironia. Il servizio, sullo stesso piano, è molto alla mano e celere, elemento non secondario che rende la serata piacevole. Passando alle cose serie, va detto che le pizze vengono servite su piatti di ferro come si faceva una volta per tenerle  calde ed è un particolare che non passa inosservato. L’impasto è volutamente biscottato, ben diverso rispetto a quanto è nella tradizione napoletana che predilige la pizza morbida, ma tuttavia gradevole. Ciò premesso, non è per una margherita che si va da Acunzo, ma è sicuramente per provare una delle loro “bombe caloriche” a base di pizza e pasta. C’è quella con  sopra i maccheroni, quella con la pasta e fagioli, quella con le linguine e le zucchine e quella con la parmigiana di melanzane. Ciò nonostante, se devo dirla tutta, la loro specialità è la pizza con la salsa di genovese, un mix di bontà che è difficile dimenticare ( e, invero, anche digerire!). Nel complesso, pertanto, consiglio questa pizzeria esclusivamente per provare le loro pizze “speciali”, ma non per le tradizionali. I prezzi, a dire il vero, sono fin troppo…..lievitati e andrebbe calmierato il costo del servizio e del coperto soprattutto a pranzo.

Arredamento: 7 Pulizia: 7  Gentilezza del personale: 8  Cibo: 7  Prezzo:  5

Voto 7

 

pizzeriacunzo1

 

 

Annunci

Pubblicato da narrabondo

A volte viaggio, altre volte mangio. Di solito respiro. Da quando ho percorso il cammino di Santiago per la prima volta, ho deciso che il mondo è più bello se visto a piedi. Se visito una città, raramente prendo un autobus o una metropolitana. La trovo una perdita di tempo che impedisce di godere appieno del viaggio. Sono nato a Napoli e, anche se ormai vivo lontano, continuo ad amarla profondamente. Conosco la Spagna come le mie tasche, ma continuo a trovare sempre una scusa per tornarci e viverla. Ciò nonostante ogni tanto però fingo di interessarmi a qualche altro paese e ne scrivo. Scrivo pure di roba da mangiare e ristoranti, ma è solo una scusa per giustificare la mia pancia.

Unisciti alla discussione

2 commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Con i libri in paradiso

I libri servono a capire e a capirsi

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

MioCaroBlog

Positiva, sempre!

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Num3ri v 2.0

I miei numeri - seconda versione

Veronica Iovino

Sogna Viaggia Ama

Roma03

La guida di Roma e provincia per bambini da 0 a 3 anni, neonati e gravidanza: ludoteche, librerie, parchi, corsi, eventi e laboratori!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: