Taverna dei Briganti a Pogerola di Amalfi per ottime carni.

tav

Da appassionato della storia dei briganti e da acceso meridionalista quale sono, era da tempo  che volevo andare in questo locale di Pogerola già solo per un nome tanto evocativo.

Poi, per un motivo o per un altro, ho dovuto rinviare il lieto evento fino ad uno spento sabato sera di metà settembre. Ho così scoperto che la citata taverna si trova in una location favolosa che affaccia proprio su Amalfi. Oltre ad una sala a tema con volte a botte, nonché a molti simboli che rievocano il Regno delle Due Sicilie dando un senso al nome del locale, vi è infatti una bella terrazza ideale per l’estate. Per accedervi, ahimé, bisogna tuttavia fare qualche decina di scalini, un ostacolo purtroppo obbligato anche per chi ha difficoltà a camminare.

Ciò nonostante, appena arrivato, ho molto apprezzato l’affabilità e la cordialità dei proprietari che, da subito, si sono rivelati essere molto gentili.

la-taverna-dei-briganti

Passando poi alle cose serie, devo fare due obiezioni preliminari: 1) la cucina chiude troppo presto e alle dieci, anche di sabato, è in via di chiusura; 2)  il menù non offre un’ampissima scelta. Tra i primi ho provato le cortecce con salsiccia e zucca e non ho potuto  fare a meno di promuoverli a pieni voti, anche perché la pasta era evidentemente fatta a mano. Tanto è vero che il cuoco, conscio del buon esito del suo lavoro, è venuto pure a prendersi i complimenti. Per questo motivo, tutto sommato, ritengo saggia la scelta di pochi primi nel menù. E’, in fondo, un modo per tenere alta l’asticella della qualità. Per il resto i secondi sono tutti improntati sulla carne, di vacca e di maiale, carne che – per quanto ho constatato – si è rivelata essere ben cucinata e di ottima qualità. Meno sorprendenti invece i dolci, tanto da lasciare un po’ di amaro in bocca ( in senso figurato).

Tirandolo le somme posso dire che la location è molto accattivante e si mangia bene. Ciò nonostante i  prezzi, a parer mio, andrebbero rivisti in basso di almeno il 15%: 12 euro per ogni piatto di pasta sono troppi.

Annunci

Pubblicato da narrabondo

A volte viaggio, altre volte mangio. Di solito respiro. Da quando ho percorso il cammino di Santiago per la prima volta, ho deciso che il mondo è più bello se visto a piedi. Se visito una città, raramente prendo un autobus o una metropolitana. La trovo una perdita di tempo che impedisce di godere appieno del viaggio. Sono nato a Napoli e, anche se ormai vivo lontano, continuo ad amarla profondamente. Conosco la Spagna come le mie tasche, ma continuo a trovare sempre una scusa per tornarci e viverla. Ciò nonostante ogni tanto però fingo di interessarmi a qualche altro paese e ne scrivo. Scrivo pure di roba da mangiare e ristoranti, ma è solo una scusa per giustificare la mia pancia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Con i libri in paradiso

I libri servono a capire e a capirsi

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

MioCaroBlog

Positiva, sempre!

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Num3ri v 2.0

I miei numeri - seconda versione

Veronica Iovino

Sogna Viaggia Ama

Roma03

La guida di Roma e provincia per bambini da 0 a 3 anni, neonati e gravidanza: ludoteche, librerie, parchi, corsi, eventi e laboratori!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: