bbb2

Non crediate di  andare alla Botte per cimentarvi   con la nouvelle cuisine.

Invero in questo locala, che è una vera e propria autentica istituzione a Minori, si va solo per provare la cucina più tradizionale della costiera amalfitana senza alcun deviazionismo ideologico di sorta.

Ogni volta che ci vado, mi sembra di essere in Bomber nel locale in cui l’allegra brigata protagonista di questo film di Bud Spencer era solita trascorrere la serate. Non so perché, ma ho sempre sognato di rivivere alla Botte la scena del film che allego

Da trent’anni, anno più anno meno, l’accoglienza non è cambiata e i suoi gestori continuano ad approcciarsi con  modi   informali con tutti i clienti, come se quest’ultimi stessero per entrare in una cantina di amici

Tanto è vero che – detto tra noi – il menù io non lo considero proprio.

Se vado alla Botte, infatti, mi limito a porgere una domanda al cameriere:

cosa ci consigli oggi?

bbb1

 

Per questo motivo ritengo quasi superfluo fare una elencazione di piatti  consigliati, come sono solito fare quando recensisco un locale, proprio perché tutto dipende dalla giornata. La loro è una cucina semplice e senza fronzoli che contempla scialatielli ai frutti di mare e il risotto alla pescatora  piuttosto che gli spaghetti con le vongole/ gli scampi.

Tra le specialità che mi sento di consigliare ci sono però  gli ndundari alla sorrentina, un formato di pasta tipicamente minorese da alcuni accomunato agli gnocchi.

Ovviamente vanno molto forti i piatti a base di pesce, soprattutto per quanto riguarda i primi. Gli antipasti, invece, non li consiglio: l’antipasto di mare per me è scarno, mentre quello di terra – per qualità –  non offre nulla di diverso rispetto a ciò che potete mangiare tranquillamente a casa.

Merita, invece,  la loro pizza al metro e il calzone ripieno con la ricotta.

Anzi, a dirla tutta, il loro gusto fa la fortuna de “La Botte”.

Il locale, per il resto, è un po’ angusto per gli spazi, ma – come già scritto in precedenza – comunque accogliente. Inoltre, risulta impreziosito dai quadri  realizzati dal mitico Peppe, il figlio del proprietario, che – se fortunati – avrete persino la fortuna di conoscere.

Annunci

Pubblicato da narrabondo

A volte viaggio, altre volte mangio. Di solito respiro. Da quando ho percorso il cammino di Santiago per la prima volta, ho deciso che il mondo è più bello se visto a piedi. Se visito una città, raramente prendo un autobus o una metropolitana. La trovo una perdita di tempo che impedisce di godere appieno del viaggio. Sono nato a Napoli e, anche se ormai vivo lontano, continuo ad amarla profondamente. Conosco la Spagna come le mie tasche, ma continuo a trovare sempre una scusa per tornarci e viverla. Ciò nonostante ogni tanto però fingo di interessarmi a qualche altro paese e ne scrivo. Scrivo pure di roba da mangiare e ristoranti, ma è solo una scusa per giustificare la mia pancia.

Unisciti alla discussione

2 commenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Con i libri in paradiso

I libri servono a capire e a capirsi

Pina Chidichimo

Basilicata Terra Da Amare

MioCaroBlog

Positiva, sempre!

Astro Orientamenti

Ri Orientarsi, alla ricerca del nostro baricentro interiore

Parole in Processione

nevrotiche e appassionate

Num3ri v 2.0

I miei numeri - seconda versione

Veronica Iovino

Sogna Viaggia Ama

Roma03

La guida di Roma e provincia per bambini da 0 a 3 anni, neonati e gravidanza: ludoteche, librerie, parchi, corsi, eventi e laboratori!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: