Dove mangiare a Santiago de Compostela: Mama Peixe – Taberna marinera

mama-peixe-santiago.jpg

Se siete a Santiago de Compostela e siete stufi del chiasso dei localini che pullulano attorno alla Cattedrale, una buona alternativa garbata ma vivace è costituita sicuramente da “Mamma pesce – taverna marinara”.

Si trova  in via da Algalia de Arriba 45, tra piazza San Roque  e la cappella de Animas e si tratta nella specie di un piccolo localino costituito da una sala ad altezza di strada e da un soppalco in cui si offre una cucina rivisitata  dove però  la qualità della materia prima resta al primo posto.
Ciò premesso, non ho mai saputo il nome della giovane ma scafatissima cameriera che ha servito al mio tavolo, ma sappia che non deve affatto temere la  mia recensione come ha scherzosamente ribadito più di una volta:  a me “Mamma pesce” è piaciuto a tal punto da indurmi ad aggiornare la lista dei miei locali consigliati su dove mangiare a Santiago de Compostela

Mi è piaciuto per tre ordini di motivi: a) il garbo e la vivacità senza eccessi della location; b) il tentativo di innovare la già ricca offerta della gastronomia galiziana; c) il modo di porsi informale, ma attento del personale.

mama-peixe-santiago-pulpo
Polipetto alla arancia

Relativamente a quest’ultimo aspetto, ho molto apprezzato la presenza costante, ma mai invadente del giovanissimo personale in grado di essere rapidissimo senza mai mancare di chiedere se andava tutto bene.

Sulla scorta di tanto il menù, per quanto essenziale, non è per questo motivo meno appetibile, posto che propone pochi ma interessanti piatti che cambiano a seconda della stagione o di qualche evento che occorre nel corso della settimana.

E’ questa una intuizione che rende la visita a Mama peixe ogni volta diversa dall’altra e impone sempre nuove scelte e nuove esperienze.

IMG-20190810-WA0038
Sashimi delicatissimo

Nel mio caso, la scelta è andata sul sashimi di orata ( sargo) con lime, un piatto davvero gustoso e delicato con l’unico difetto di finire troppo presto. Particolari sono poi  i cannolicchi  ( navajas ) di Noia alla mela verde che hanno diviso i commensali tenendoli però fermi su un punto: la bontà della materia prima.

Dibattuto poi è stato anche il “polipo dorato” con cremina allioli alla arancia che, per il modo in cui è stato preparato, a me ha molto ricordato el pulpo al olivo di peruviana memoria di cui sono sempre stato ghiotto.

Diciamo infatti al riguardo che trattasi di un modo diverso di cucinare il polipo e che, almeno per il gusto italiano,  è di sicuro sorprendente.

Dopodiché il menù mi ha messo davanti ad una scelta: risotto all’astice o freschissimo pesce di giornata alla brace ( la carne c’era, ma non l’ho proprio considerata).

Voi cosa avreste fatto?

Ho scelto il pesce, nella specie l’orata e mi sono leccato i baffi per quanto era fresco.

Buona anche la selezione dei vini  proposta, quasi esclusivamente di provenienza galiziana.

Ho trovato invece  eccessivi i rincari per l’acqua.

mama-peixe-santiago-pesce.jpeg

Per quanto riguarda i dolci, Mama Peixe invece si distingue del tutto rispetto a quello che normalmente trovate nei ristoranti spagnoli in genere.

Qui infatti si propongono torte  di carota, gelati e sorbetti al mandarino. Insomma, tutti dolci molto leggeri e delicati ideali per rinfrescarsi la bocca dopo una cena a base di pesce.

Chapeau per il tocco di classe finale!

Prezzo sui 40 euro a persona.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.