Lima, cosa vedere

In questo articolo troverai tutto ciò c’è da vedere a Lima. Alla fine del post vi rivelerò anche qual è il mio ristorante preferito della città.

Ciò premesso, visitare Lima significa scoprire la capitale del Perù, ovvero una città che, durante l’epoca coloniale, è stata la città più importante del Sud America.

  • Lima è una città pericolosa?

Non è invero una città molto appetibile dal punto di vista turistico, anche perché non gode di una buona fama, ma ha diverse cose sorprendenti da offrire che giustificano un soggiorno di 1/2 giorni pieni. Va, tuttavia, detto che può essere una città insicura: rapine e furti sono purtroppo all’ordine del giorno. Per questo motivo bisogna stare attenti al taxi che si prende e cercare un alloggio nei quartieri di Miraflores o Barranco, i più controllati della città.

Per il resto Lima è una città piuttosto caotica che si affaccia sul Pacifico e offre interessanti contrasti: da un lato siti archeologici precolombiani, dall’altro indirizzi chic e hipster in quartieri in via di modernizzazione.

Ciò premesso, la mia guida a Lima – che propongo di seguito – sarà piuttosto neutrale e asettica

COSA FARE A LIMA .

Visitare Lima: le attrazioni da vedere assolutamente

La Plaza de Armas ***

La Plaza Mayor, chiamata anche Plaza de Armas, è il cuore della città.

Da vedere:

  • La Cattedrale Metropolitana di Lima:

Eretta nel 1535 sopra un luogo di culto inca e il palazzo del principe Sinchi Puma, ha subito molte trasformazioni durante i secoli, così che oggi è il risultato di vari stili: barocco, gotico, neoclassico e romantico. È una struttura enorme che contiene tredici cappelle e la tomba di Francisco Pizarro.

20150924_104246
  • Il Palazzo Arcivescovile.

Si trova proprio accanto alla cattedrale. Questo edificio neocoloniale con i suoi bei balconi in legno è attualmente la residenza dell’Arcivescovo di Lima e il centro amministrativo della Chiesa Cattolica in Perù. Da diversi anni il palazzo ospita un museo di arte religiosa con una collezione di arte che va dal XVI al XVIII secolo.

  • Il Palazzo del Governo.

E’ la sede del governo peruviano e la residenza del presidente. Si può assistere al cambio della guardia ogni giorno a mezzogiorno.

  • Il Museo del Pisco.

non è esattamente un museo, ma un bar specializzato in pisco.


Il Chocomuseo:

Anche questo non è un vero e proprio museo (anche se c’è una sezione che mostra il processo di fabbricazione del cioccolato), ma piuttosto un negozio dove si possono trovare molti prodotti di cioccolato (barrette, pisco de cacao, marmellate, ecc.).

  • Il Bar Cordano:

Questo bar-ristorante è una vera istituzione a Lima, dalla sua apertura all’inizio del Novecento ha visto passare molti intellettuali, artisti e politici.

20150924_125105

Casa Aliaga

A un isolato dalla piazza si trova la più antica residenza coloniale di Lima (inizio del XVI secolo). Fu Jerónimo de Aliaga, compagno d’armi di Francisco Pizarro, che fece costruire questa casa su un terreno donatogli da quest’ultimo, dove sorgeva un tempio pre-ispanico.

Si tratta di un magnifico palazzo di grande effetto scenico caratterizzato da scalinate, mobili in legno, un soggiorno in stile francese, specchi e mobili in stile Luigi XVI, così come un bellissimo patio interno. I discendenti di Aliaga ci vivono ancora e la casa può essere visitata solo su prenotazione.

Indirizzo: Jirón de la Unión 224, Lima

I balconi di Lima

Tra le cose da vedere a Lima vi è sicuramente l’architettura coloniale. In particolare si noteranno i balconi a sbalzo risalenti al periodo del vicereame. Non molti di loro sono riusciti a sopravvivere al passare del tempo, ma alcuni hanno beneficiato di un piano di restauro e conservazione promosso alla fine degli anni ’90.

Si possono vedere bellissimi esempi nella Plaza Mayor, ma ci sono solo due edifici costruiti durante l’epoca del Vicereame che meritano uno sguardo:

  • Palacio de Torre Tagle.

A due isolati dalla Plaza Mayor si trova il Palacio de Marqués de Torre Table, che spicca per la sua facciata in stile barocco andaluso e i suoi due magnifici balconi di legno tipici di Lima, di stile moresco e fatti di cedro e mogano.

Indirizzo: Jirón Ucayali 363, Lima.

Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 17.

  • Casa de Osambela

Vicino al Convento di Santo Domingo, si trova la Casa de Oquendo, che era una delle più grandi del suo tempo. Il bel palazzo azzurro apparteneva a un ricco mercante che, dall’ultimo piano con una favolosa vista sull’Oceano Pacifico, poteva guardare le sue navi avvicinarsi al porto di Callao. La sua facciata neoclassica con influenze rococò (con cinque balconi!) merita una visita.

Indirizzo: Conde Superunda 298, Lima.

Chiesa e convento di Santo Domingo *

Grazie alla sua facciata rosa, Santo Domingo non passa inosservata, il che è una fortuna, perché è un luogo imperdibile per chi visita Lima.

Costruito durante il XVI secolo su un terreno donato da Pizarro al frate domenicano Vicente de Valverde, è ancora uno dei complessi religiosi più importanti della capitale.

Ospita le reliquie di San Martín de Porres e Santa Rosa de Lima, due importanti figure del cattolicesimo. L’edificio è bellissimo, ma colpisce in particolare per il suo giardino interno. Si tratta di una vera oasi di pace!

Indirizzo: Esquina Jiron Conde Superunda e Jiron Camana, Lima

Basilica e monastero di San Francisco de Asís **

San Francisco è un altro must di Lima e uno degli edifici storici più belli della capitale.

La chiesa è visitabile gratuitamente, ma consiglio anche una visita al monastero di San Francisco, una delle mie tappe preferite nel centro storico.

20150924_103242

La guida vi condurrà attraverso l’edificio, ancora parzialmente occupato dai monaci, tra dipinti della Scuola di Cusco e della Scuola di Lima, piastrelle colorate, sculture, chiostri e altre stanze.

In particolare :

  • La sala da pranzo dove si trovano quindici dipinti e l’opera più importante del luogo, ovvero una versione peruviana dell’Ultima Cena dell’artista Diego de la Puente (XVII secolo) con elementi e personaggi locali, tra cui il porcellino d’India come piatto principale.
  • La splendida biblioteca con circa 25 000 libri. I libri più antichi risalgono al XV secolo.
  • Le catacombe della cripta di San Francisco, che furono utilizzate fino all’inizio del XIX secolo.

Indirizzo: Plazuela San Francisco, angolo di Jiron Ancash e Jiron Lampa, Lima. Ingresso al convento 15 soles, compresa la visita guidata obbligatoria con una guida in spagnolo o inglese.

Piazza San Martin


Un altro luogo importante da visitare a Lima.

Fu progettata all’inizio del XX secolo in onore di José de San Martín, una delle più grandi figure dell’indipendenza peruviana. La riconoscerete per la statua di San Martin a cavallo e per gli edifici bianchi che la circondano.

Per arrivarci dalla Plaza de Armas basta imboccare l’ampia strada pedonale Jiron de la Union. Durante il tragitto merita di essere fatta una sosta alla Iglesia de la Merced costruita all’inizio del 17° secolo, una bella chiesa con granito panamense e colonne in stile barocco.

20150924_100816

Museo dei minerali


Se ti piacciono i luoghi insoliti, il Museo dei Minerali Andrés Castillo è a due passi dalla piazza.

Si tratta di un palazzo splendidamente restaurato, Casa Belén, che ospita la più grande collezione di minerali di tutto il Perù. Da non perdere la collezione di minerali fosforescenti nella sala appositamente dedicata a loro. E’ in luogo da visitare a Lima che pochi conoscono!

Indirizzo: Jirón de la Unión 1030, Lima. Ingresso 10 soles.

Chinatown


La Chinatown di Lima si trova proprio accanto al centro storico, nel quartiere di Barrios Altos.

Vale la pena notare che in Perù, e principalmente a Lima, si stima che ci siano più di due milioni di abitanti di origine cinese, il che ne fa la settima comunità cinese più grande del mondo fuori dal paese!

Nonostante ciò, Chinatown non è molto grande e si concentra principalmente su una sola strada, Calle Capón. Oltre ad andare per negozi e fare una bella passeggiata, la gente ci va per una ragione principale: mangiare chifa, una fusione di cucina cinese (principalmente cantonese) e peruviana.

Mercato centrale


Proprio accanto alla Chinatown di Lima si trova il Mercado Central, un enorme mercato che occupa un intero isolato. Un vero caos dove si può trovare di tutto.

Nell’edificio principale ci sono i prodotti alimentari: frutta e verdura, tutti i tipi di carne, pesce, frutti di mare, spezie, ecc. e i chioschi che preparano piatti da mangiare sul posto a un prezzo molto economico.

Intorno all’edificio, le strade sono fiancheggiate da una moltitudine di bancarelle dove si possono trovare: vestiti, accessori per la cucina o l’auto, scarpe, computer portatili, libri e materiale scolastico, elettronica, persino animali!

È sempre affollato (quindi state attenti alla vostra roba), ma è sicuramente un’esperienza che consiglio quando si visita il centro di Lima – è difficile trovare qualcosa di più locale!

MALI


All’ingresso del centro storico si trova il Museo de Arte de Lima. Situato in un bell’edificio nel Parque de la Exposición, fu costruito per l’Esposizione Internazionale di Lima nel 1872.

Il museo ospita una grande collezione di arte peruviana che abbraccia 3000 anni di storia distribuita in 9 stanze, dalle culture precolombiane ai tempi moderni (ceramiche, tessuti, mobili, dipinti, ecc.).

Troverete anche mostre temporanee di arte nazionale e internazionale.

Indirizzo: Parque de la Exposición, Paseo Colón 125, Lima. Da martedì a domenica dalle 10 alle 19, sabato dalle 10 alle 17. Ingresso 30 soles.

Circuito dell’acqua magica


Il Circuito dell’Acqua Magica è un complesso di tredici fontane situato nel Parco della Riserva. Appena arrivati, sentirete i bambini urlare di gioia.

Da non perdere lo spettacolo della Fontana della Fantasia (19:15, 20:15 e 21:30 h) Un gioco di laser e immagini di danze tradizionali peruviane, proiettate su centoventi metri di getti d’acqua, e accompagnate da musica tipica. Da non perdere!

Indirizzo : Jiron Madre de Dios, Lima. Ingresso 4 soles. Mar-Dom dalle 15 alle 22:30.

Il Parco Kennedy*


Il Parco Centrale nel cuore di Miraflores.

20150924_115746

Circondato da negozi, caffè e viali importanti come Diagonal, José Larco e José Pardo, il parco in sé non è molto grande, ma ha una bella chiesa, la Parroquia de la Virgen Milagrosa, e diverse bancarelle di cibo: churros, panini, budino di riso, picarones (frittelle di patate dolci e zucca), ecc.

Personalmente vi consiglio di provare i picarones, sono tra i migliori di Lima.

Malecon


Questa passeggiata di fronte all’Oceano Pacifico, tra Miraflores e Barranco, è il luogo più piacevole per passeggiare a Lima, godendosi la costa, lo skyline e gli spazi verdi. È un luogo ideale per godersi il magnifico tramonto la sera.

Questo è il posto preferito dagli abitanti di Lima

Barranco **

Situato accanto a Miraflores, il quartiere bohémien e hipster di Barranco è uno dei luoghi turistici più interessanti di Lima.

Originariamente è stata un’antica destinazione nautica per le famiglie benestanti della città che venivano a godersi il mare lontano dal caos e dalla confusione.

Si possono ancora ammirare i grandi palazzi chiamati casonas, testimoni dell’epoca d’oro del quartiere. Oggi, la maggior parte di essi sono abbandonati o sono stati convertiti in hotel e ristoranti.

Il Puente de los Suspiros (Ponte dei Sospiri) e la Bajada de Baños (un vivace viale pedonale che porta alla spiaggia) sono tra le principali attrazioni turistiche di Lima e i migliori punti per scattare foto.

Parlando di arte di strada, Barranco ha la più grande concentrazione di arte di strada della capitale, con opere colorate di artisti peruviani e stranieri.

Ci sono anche due musei che meritano una visita:

  • Il Museo de Pedro Osma:

E’ un imponente palazzo con un grande giardino che ospita una grande collezione di arte peruviana dal XVI al XIX secolo. Indirizzo: Pedro de Osma 421, Barranco, Lima. Sito web

  • MATE (Museo Mario Testino):

Accanto al Pedro Osma, un altro palazzo ospita un museo dedicato al fotografo di moda peruviano Mario Testino. Indirizzo: Pedro de OSMA 409, Barranco, Lima.

Museo Larco ***

Il Museo Larco è di gran lunga il mio museo preferito e un must di Lima per molte ragioni.

20150924_145535

Il museo contiene un’impressionante collezione di manufatti precolombiani iniziata da Rafael Larco Hoyle nel 1923 e abbraccia circa 5000 anni di storia.

Curiosità: i depositi del museo sono parimenti accessibili ai visitatori che possono trovare circa 30.000 reperti archeologici supplementari.

Tutto questo si trova in una hacienda del XVIII secolo con un giardino fiorito, un confortevole ristorante-caffetteria e una bella terrazza. Il posto è perfetto per un caffè o un drink.

Indirizzo: Av. Simón Bolívar 1515, Pueblo Libre, Lima. Lunedi-Dom 9 a 22 h. Ingresso 30 soles.

Il Museo Nazionale di Archeologia, Antropologia e Storia del Perù *

È il primo museo del Perù e per molto tempo è stato l’unico in tutto il paese. Oggi ha 300 000 pezzi che concentrano 12 000 anni di storia, e corrispondono alle epoche pre-ispanica, coloniale e repubblicana.

Vi si può scoprire la comparsa e l’evoluzione della ceramica, del tessile e della metallurgia, nonché la storia di grandi centri religiosi come Sechin o centri di pellegrinaggio come Chavin de Huantar.

20150924_144536

Il museo mostra grandi culture di varie regioni del Perù: Paracas, Nasca, Huari, Chancay, Chimu/Lambayeque, Tiwanaku, Chincha, Churajón, Chuquibamba, Chiribaya e Ychsma, e varie comunità amazzoniche.

La mostra termina con i cambiamenti socio-economici e politici avvenuti durante il periodo della conquista e della colonia, fino all’Indipendenza e all’epoca della Repubblica.

Da non perdere: la sala Tawantinsuyu (Impero Inca) con modelli di Machu Picchu, Wiñay Wayna e Coricancha a Cusco.

Indirizzo: Plaza Bolivar, Pueblo Libre, Lima. Ingresso 10 soles Lun-Dom 8:45 a 17 h.

Museo della Nazione

Questo museo gratuito è uno dei più grandi del Perù e si trova nello stesso edificio che ospita gli uffici del Ministero della Cultura.

20150924_132837

Ci sono 12.500 pezzi di epoca pre-ispanica (metalli, tessuti e ceramiche, delle culture Paracas, Mochica, Wari, Lima), ma anche 2.500 pezzi di epoca coloniale e repubblicana.

L’ultimo piano è dedicato agli anni della violenza politica (anni ’80 e ’90), quando Shining Path e lo stato peruviano sono entrati in conflitto.

Indirizzo: Av. Javier Prado Este 2465, San Borja, Lima. Ingresso gratuito, mar-dom dalle 9 alle 17.

Museo dell’Oro del Perù ***

Situato a Surco, nel cuore di un quartiere residenziale, questo museo è altamente inaspettato sia per la sua posizione che per la sua collezione.

Il numero di oggetti che ospita è davvero impressionante: Una notevole collezione di oreficeria precolombiana in oro, argento, rame e pietre preziose (gioielli, maschere funerarie, coppe, corone, coltelli sacri, ecc.) e una grande sezione dedicata alle armi e alle uniformi. L’unico problema è che tutto è esposto in modo piuttosto caotico e la mostra è difficile da capire.

Il Cimitero Presbitero Maestro

Non solo è il più antico cimitero di Lima (1808), ma è anche considerato uno dei più belli dell’America Latina.

Oggi ospita 766 monumenti funerari e più di 200 000 cadaveri, tra cui molti dei personaggi storici del Perù (eroi della Guerra del Pacifico che sono sepolti nella Cripta degli Eroi, presidenti, scrittori, pittori, cantanti, ecc. Inutile dire che l’architettura dei monumenti è magnifica!

Dall’altra parte della strada si trova il cimitero El Angel, inaugurato nel 1959, perché il Presbiterio Maestro aveva raggiunto la sua capacità massima. Il design dei loculi di El Angel è molto più sobrio ed è anche un cimitero più popolare.

Qui puoi trovare grandi atleti, artisti, scrittori, politici, ecc.

Callao

Callao è uno dei tanti quartieri da vedere a Lima. È sede dell’aeroporto internazionale Jorge Chávez e del principale porto marittimo del paese, che è stato anche uno dei più importanti delle Americhe durante il periodo coloniale.

Il quartiere non ha una buona reputazione in termini di sicurezza, quindi è importante rimanere in zone specifiche e, soprattutto, non camminare a caso per le sue strade. È meglio andare e tornare in taxi, preferibilmente usando un’applicazione come Uber

Visita La Punta:

Oltre alle sue piccole strade con case incantevoli, questo è il luogo perfetto per mangiare un Ceviche Fresco e godersi la costa. Se lo desideri, puoi fare un giro alla Fortaleza Real Felipe e al suo museo, per conoscere meglio l’importanza di questo luogo storico.
El Monumental: è una parte di Callao che è stata completamente restaurata. Si possono trovare 60 murales di artisti nazionali e internazionali, negozi, gallerie d’arte, caffè e ristoranti


Isole Palomino.

Vi troverete una colonia di circa 5000 leoni marini. La visita al sito dura circa 4 ore, e ci vogliono circa 2 ore per arrivare all’isola di Palomino, passando per l’isola di San Lorenzo e Frontón. Avrete 15 metri per nuotare (con una muta perché l’acqua è molto fredda) e il tour si conclude con una sosta alle isole Cavinzas, casa dei pinguini Humboldt.

Dove mangiare a Lima ?

A Lima ho trovato un ristorante davvero eccezionale nel quartiere Miraflores. Si tratta da Al Fresco. Con l’equivalente di 15 euro proverete la miglior cucina peruviana. Se siete a Barranco il mio consiglio è di andare da Tio Mario. In questo post su dove mangiare a Lima ne ho ho scritto diffusamente. Se poi volete saperne di più sulla gastronomia del Perù il mio articolo specifico soddisferà le vostre curiosità.

ceviche
Il ceviche di Al Fresco

Dove alloggiare a Lima

Quartieri consigliati: Miraflores o, al limite, Barranco.

Avvertenze

20150907_155809

Non fate cose avventate, evitate di uscire la sera per quartieri diversi da Barranco e Miraflores. Prendete solo taxi sicuri. Non siate spavaldi e usate un low profile. Come si suol dire in Sud America “no dar papaya”, ovverosia non fornire l’occasioni per crearsi dei problemi. In particolare in quartieri come Callao è meglio andare solo se accompagnati da persone fidate.

Altri articoli su Lima.

Nel mio diario dal Perù ho dedicato due articoli a Lima:

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.