L’infinito a Tramonti

  • Ristorante l’infinito – Dove si trova : via C. Di Lieto, Tramonti.

 Squadra che vince non si cambia.

Il vecchio adagio calcistico sembra calzare perfettamente a pennello anche per L’infinito, ristorante storico di Tramonti che resiste imperturbabile al trascorrere del tempo e la cui sola esistenza riesce a donare quel conforto che ricerca chi tenta di volgere lo sguardo oltre la siepe.

Per me, più semplicemente, rientra nel novero dei primi 3/4  ristoranti  della mia vita di cui serbo tuttora memoria.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è infinito_tramonti.jpg

Tanto è vero che, nel tornarci dopo più di due decadi (sic), la sensazione è stata quella di essere in un luogo famigliare, quasi avvolgente. Rivedere il meraviglioso giardino del locale, teatro di partite a rubabandiera con i cugini e di lanci spericolati in altalena, è stato invero emozionante.

 E, in fondo, è pur vero che – se gli altri 3/4 locali che evocavo in precedenza sono in questi anni cambiati (e per questo motivo ci torno malvolentieri) – l’infinito è l’unico che è rimasto fedele alla sua filosofia originaria  e risulta per ciò solo accogliente.

View this post on Instagram

Buona Domenica! #pizza 🍕

A post shared by Ristorante Pizzeria L'infinito (@linfinito_ristorantepizzeria) on

  • L’infinito a Tramonti: Cosa si mangia?

 La cucina, del resto, non tradisce le aspettative e offre tutto ciò che si pretende dal classico pranzo della domenica : calorie, tante calorie ben spese che scaldano il cuore.  Cercherò pertanto di quantificarle in mente in base a ciò che ho mangiato senza elencarvi inutilmente il menù ( quello potete leggerlo anche altrove).

View this post on Instagram

Fritto misto #homemade 😉👍🏻

A post shared by Ristorante Pizzeria L'infinito (@linfinito_ristorantepizzeria) on

A dirla tutta si potrebbe optare anche per dei piatti di mare, ma sinceramente a L’infinito a ispirare sono i prodotti di terra e di sostanza della tradizione tramontina ( i salumi, i formaggi, le mozzarelle, i funghi, i ripieni, la carne).

Innanzitutto da provare vi è sicuramente una sana pizza – sia tonda che a metro – cui dare seguito  con  uno sfiziosissimo fritto misto costituito da arancini, crocché, alghe, alici ripiene e patatine. Tra i primi non ho provato gli spaghetti all’infinito ( con funghi chiodini), ma i ravioli ripieni (al pomodoro) e i crespolini. Entrambi dal sapore antico e buonissimi. Ho poi proseguito con assaggi di carne mista: bistecca, salsiccia e filetto di manzo.

Soprattutto quest’ultimo è risultato essere di prim’ordine. Infine mi sono concesso un dolcino fatto in casa (il menù contempla caprese, torta al limone, mousse alla fragole più varie ed eventuali). 

  • Ristorante l’Infinito a Tramonti: giudizio finale.

 Il tutto per meno di 25 euro a testa.

 Nel complesso, dunque, la cucina tradizionale di questo locale sa come fornire una prospettiva diversa del mondo e far comprendere a chiunque che allargare gli orizzonti significa, in primo luogo, allargare la propria cintura per superare ogni confine appunto verso…l’infinito.
Per questo motivo non farò di certo trascorrere altri due decenni prima di tornare in questo locale.

Perbacco, ci sono dei cannelloni da provare al primo pranzo della domenica disponibile…e non vedo l’ora di dichiarare il mio pancino prigioniero politico.

N.B. Ricordo, a beneficio di chi voglia pernottare a Tramonti per trascorrere le proprie vacanze in costiera amalfitana, il post dal titolo ” costo vacanze a Tramonti”

ALTRI ARTICOLI DI SICURO INTERESSE PER I LETTORI DEL NARRABONDO SONO POI:

Napoli, cosa visitare in 4 o 5 giorni – Napoli passo dopo passo

Amalfi, cosa vedere – Guida ad Amalfi

Positano, cosa vedere – Positano passo dopo passo

Una settimana in costiera amalfitana Guida alla costiera amalfitana. Le attività suggerite

Le spiagge più belle della costiera amalfitana

I migliori percorsi di trekking della costiera amalfitana

Stazione centrale di Napoli : cosa vedere nei dintorni

Cosa vedere e dove mangiare nei pressi della stazione centrale di Napoli. La zona della stazione centrale di Napoli è molto controversa. Immigrazione incontrollata, degrado, traffico e purtroppo delinquenza non mancano. Per questo, almeno per quanto mi riguarda, ci  vado sempre malvolentieri. Ciò nonostante si tratta di una zona che, se osservata attentamente, presenta  numerosissimi […]

E’ emergenza cristianofobia. Il caso fuego al clero

Mentre abbiamo ancora negli occhi le atroci decapitazioni verificatesi all’interno della cattedrale di Nizza per mano di un fanatico dell’islàm e la commissione europea discetta sulla liceità delle messe natalizie, continuano a susseguirsi spiacevoli episodi di cristianofobia in giro per il mondo. Su tutti basti citare gli ultimi 3 episodi – occorsi nel mese di […]

Escursione in barca alla ribeira sacra

Vino, natura, avventura e fede:  trekking ed escursione in barca alla ribeira sacra e al canyon del Sil Siamo in Galizia, tra le province di Lugo ed Ourense,  non lontano dal punto in cui  fiume Cabe e il  Sil – il  maggiore degli affluenti del Minho – si  immettono in quest’ultimo,  e sto per illustrarvi […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.